OrtognatodonziaSistemica

Corsi

Corsi

Il Sistema Stomatognatico nel Contesto Posturale Corso Base

La conoscenza delle correlazioni occluso-posturali stà portando l’odontoiatria ad una svolta importante nella diagnosi e nella terapia delle disfunzioni del Sistema Stomatognatico. Un’approccio “sistemico” necessita di uno sforzo interpretativo non indifferente in quanto per qualunque medico e per l’odontoiatra in particolare, pensare in maniera sistemica significa uscire dal proprio orticello, rispolverare concetti dimenticati e scoprirne di nuovi. Ci vuole coraggio perché il farlo può portare a mettere in discussione o addirittura a modificare radicalmente il nostro lavoro.

L’obbiettivo principale del corso è quello di proporre un modello interpretativo ed un protocollo diagnostico alle problematiche stomatognatiche in un contesto allargato, quello della postura corporea generale.
Scoprirete che il Sistema Stomatognatico è un elemento fondamentale dell’equilibrio posturale, in grado di influenzarlo e di venirne a sua volta condizionato. I vantaggi saranno costituiti dal fatto che potrete sapere se i vostri trattamenti hanno effettivamente giovato ai pazienti e non solo dal punto di vista estetico; dal fatto che potrete valutare le diverse tecniche ortodontiche o riabilitative in generale in modo obbiettivo, in base ai risultati ottenuti sul piano globale; dal fatto che la recidiva o il fallimento del trattamento non sarà più una sgradevole sorpresa ma un fenomeno prevedibile e prevenibile.

Attraverso un’approfondita diagnosi clinica, radiologica, strumentale, dei modelli si arriverà al concetto cardine di Relazione Centrica Funzionale da cui partire per impostare il programma riabilitativo ortodontico e/o protesico nel rispetto dello schema cranio-posturale individuale. Questo non è un corso di posturologia, ne di osteopatia, nemmeno di chiropratica, Kinesiologia applicata, ortodonzia o gnatologia. E’ tutto questo messo insieme e reso logico e coerente in tanti anni di studi e applicazione clinica pratica. E’ un percorso duro, impegnativo e probabilmente frustrante ma allo stesso tempo, ne sono certo, vi affascinerà come è successo a me e ai molti colleghi che in questi anni lo hanno affrontato.

Kinesiologia Applicata : l’arte di interpretare il linguaggio corporeo

  • –  Basi neurofisiologiche e riflessi posturali
  • –  Il T est Muscolare
  • –  La Localizzazione Terapeutica (TL)
  • –  Il Challenge
    Test dei Muscoli:
    -Pettorale maggiore clavicolare -Deltoide
    -Tensore della fascia lata -Quadricipite femorale -Hamstrings

Programma

Giuseppe Stefanelli

  • –  Organizzazione Neurologica e V alutazione Neuromotoria
  • –  Switching test
  • –  Test per l’oculomotricitàValutazione e trattamento cranio-sacrale secondo la K.A.

– – – –

Test di –

Lesioni respiratorie ( torsione e side-bendig-rotation)
Lesioni non respiratorie ( strain verticale e laterale, compressione) Lesioni intraossee
Tecnica di Compressione giugulare
Relazione Centrica Funzionale (RCF test)
Challenge Propriocettivo Pelvi-Rachideo

Procedura di normalizzazione dell’asse cranio-cervico-sacrale – nel paziente in estensione, in flessione, in torsione

Il reperimento della cera di RCF Esercitazioni pratiche

La Diagnosi Radiologica

  • –  Teleradiografia laterale e frontale
  • –  Cefalometria: dati essenziali
  • –  Teleradiografie laterali dinamiche cervicali
  • –  Rx-trans-orale asse C0-C1-C2
  • –  Cone Beam 3D ( Scanora 3D )La Diagnosi Strumentale
    • –  La pedana posturo-stabilometrica
    • –  Analisi computerizzata occlusale ( T-scan )La Diagnosi sui modelli in gesso
      • –  La Norma V olumetrica
      • –  Le correlazioni cranio-posturo-dentali
      • –  I modelli e gli engrammi craniciSintesi e Pratica2° INCONTRO
        Cause Stomatognatiche di disequilibrio posturale

Disfunzione occlusale maggiore
Disfunzioni linguali
Muro incisivo
Postura anomala mandibolare
Teoria del Range Propriocettivo Tridimensionale Occlusale (RPTO) Determinazione della dimensione verticale, sagittale e laterale

– Disfunzione occlusale minore
Teoria dei versanti muscolari
Individuazione delle interferenze centriche e deflettenti

– Dente Neurologico e Stress Energetico
– Il programma difensivo del sistema stomatognatico nella gestione dello stress Cause Oftalmologiche di disequilibrio posturale

  • –  Cenni di anatomia e fisiologia oculare
  • –  Asimmetrie craniche e disturbi oculari
  • –  Correlazione bocca-occhio
  • –  Principi terapeuticiCause Podaliche di disequilibrio posturale

– Cenni di anatomia del piede

  • –  Fisiopatologia degli appoggi plantari
  • –  Correlazione tra deglutizione e postura
  • –  Anchiloglossia da frenulo linguale corto
  • –  Lingua torsionale
  • –  Il Bite dinamico-funzionale: costruzione, indicazioni e gestione
  • –  Rapporti di causa-effetto tra ortodonzia e dismorfismi vertebrali (scoliosi)
  • –  Concetti di Riabilitazione Neuro-Occlusale ( R.N.O.)
  • –  Correlazione tra funzione masticatoria e deambulatoria
  • –  Casi clinici
  • –  Challenge podalico
  • –  Terapia ortesica con solette propriocettive Sintesi e PraticaGli incontri sono di 3 giornate ciascuno dal giovedi al sabato e dalle ore 9-13/14,30-18. Sede: Studio Dr. G. Stefanelli
    Via C. Cantù 22
    25038 Rovato (BS)Tel 030723083
    ECM richiesti
    Corso teorico-pratico a numero limitato di posti. Saranno accettate in ordine cronologico le iscrizioni accompagnate da bonifico bancario
    Craniodonzia 1 Diagnosi e Terapia Funzionale
    Presentazione

    • –  Il cranio è una scatola rigida la cui sola funzione è quella di protezione delle strutture cerebrali oppure è dotato di una propria mobilità che perdura per tutta la vita?
    • –  Io posso modificare tale mobilità con i miei trattamenti?
    • –  Possiamo considerare l’occlusione senza conoscere la morfologia cranica sottostante?
    • –  L’apparato stomatognatico è un sistema isolato oppure è parte integrante di un sistemafunzionale complesso delle cui modificazioni fisiopatologiche dipende e dalle quali puòessere influenzato?
    • –  L’occlusione potrebbe essere il risultato adattativo alle condizioni di equilibrio del sistema?
    • –  L’ottenimento di una buona intercuspidazione dentale è sempre sinonimo di equilibriocranio-facciale?
    • –  Se non c’è equilibrio cranio-facciale è naturale che ci sia la recidiva e allora, che senso ha lacontenzione?
    • –  Esiste un’occlusione ideale universale oppure una serie infinita di malocclusioni fisiologicheindividuali?
    • –  Ha senso trattare sempre e comunque tutte le malocclusioni?
    • –  Esiste un rapporto causa-effetto tra i DTM e l’occlusione ?
    • –  Esiste un rapporto causa-effetto tra i DTM e la postura corporea ?
    • –  Se così fosse, esiste un approccio diagnostico e terapeutico alternativo a quello gnatologicoclassico che molto spesso offre risultati deludenti?
    • –  Infine è possibile che le procedure di diagnosi e gli obiettivi terapeutici che ci siamo postifinora siano, quanto meno, insufficienti?
      Se avete già le risposte oppure le stesse non vi interessano semplicemente perché non cercate risposte, lasciate perdere questo corso, non fa per voi. Se invece siete ancora curiosi, ancora innamorati del vostro lavoro, se volete davvero far del bene al vostro paziente mentre gli trattate la bocca, allora guardate i programmi che seguono, non potranno che interessarvi

Programma

Parte Prima

Filosofia Gnato-Posturale
– Postura
– Coordinazione Motoria
– Meccanismo Respiratorio Primario e Crescita Cranio-Facciale – Engrammi Cranici

– Relazione Centrica Funzionale
Obbiettivi del trattamento ortodontico
-I Comandamenti del funzionalista
-Importanza del trattamento precoce
Biotipologia
– Definizione ed Epistemologia
– Costituzione e Diatesi
– Corrispondenze classificative
– Regolazione ormonale della crescita cranio-facciale
– Cenni di PsicoNeuroEndocrinoImmunologia (PNEI)
– Cenni di Medicina Funzionale
– Inquadramento Neuro-Vegetativo
– Messaggio biotipologico ed energetica cranio-sacrale
Parte Seconda
La Diagnosi clinica
La Diagnosi radiologica
La Diagnosi sui modelli in gesso
Parte Terza
Terapia Funzionale
Utilizzo clinico dei dispositivi funzionali in craniodonzia
– Espansione ortopedica delle arcate (ERP)
– Il Bionator di Balters
La lingua, apparecchio ortodontico naturale
– Placche di riposizionamento linguale
– Dispositivi propriocettori linguali
Morso Aperto Posturale
Frenulo Linguale
– La RNO di P. Planas
– Placche e piste dirette
– ALF System ( Advanced Lightwire Functional )
– Terapia osteopatica cranio-sacrale da associare al trattamento ortodontico ( parte pratica )

Il corso si svolge in 3 giornate da giovedi a sabato dalle ore 9 alle 13 e dalle 14 alle 18. Riservati a Medici e Odontoiatri
Crediti ECM richiesti
Sede: Studio Dott. Giuseppe Stefanelli

Via C. Cantù, 22 Rovato (BS)

Telefono e Fax: 030723083.
Per l’ubicazione si veda la mappa sul sito
La sede può variare in funzione del numero di partecipanti
Corso a numero limitato di posti. Si accettano in ordine cronologico le iscrizioni accompagnate da bonifico

Presentazione

CRANIODONZIA 2
I Disturbi Temporo-Mandibolari Approccio Sistemico

I relatori della Consensus Conference svoltasi a Bethesda nel 1996 avente come tema gli attuali indirizzi per la gestione delle procedure preventive e terapeutiche da adottare per i DTM ( Disturbi Temporo-Mandibolari ) concordano sul fatto che, in funzione della loro origine multifattoriale, non vi sono dati sufficienti a supportare le più comuni convinzioni sugli effetti profilattici e terapeutici delle metodiche invasive finalizzate ad effettuare ampie modifiche dell’occlusione.

A questa tesi risponde Ronald Roth: “ Saltare sbrigativamente alla conclusione che tra l’occlusione e i DTM non sussista alcun rapporto, semplicemente perché nessuno studio è ancora riuscito a dimostrare in modo inconfutabile l’esistenza di tale associazione, è quanto meno scorretto; nella peggiore delle ipotesi tale affermazione potrebbe addirittura essere vista come un tentativo di scaricare le proprie responsabilità professionali e di esentarsi di fornire al paziente un’occlusione perfettamente funzionante, per non doversi poi ritrovare a dover difendere la disciplina ed il proprio operato in sede legale”.

Ricordiamo come la cosiddetta “odontoiatria scientifica” abbia riservato lo stesso trattamento anche nel caso delle correlazioni tra occlusione e postura ; non essendo preparata ad affrontare il problema ha preferito cercare di eliminarlo attraverso un ulteriore “consensus” che ne negasse la valenza scientifica.

E’ fuor di dubbio che i concetti di riproducibilità e misurabilità, necessari per poter ritenere “scientifica” ( e quindi “vera”) l’interpretazione di un fenomeno, hanno steso un velo su tutto ciò che non risponde a questi criteri. Il risultato paradossale, e per nulla scientifico, è che in questo modo si nega l’esistenza di tutto ciò che ancora non si conosce e non si comprende.
Personalmente ritengo non sia sufficiente dichiarare che i DTM riconoscono una genesi multifattoriale, e quindi necessitano di un approccio multidisciplinare, per poi non riconoscere che lo studio della postura potrebbe proprio essere il modo per poterlo attuare!
In estrema sintesi, l’obbiettivo del corso è quello di proporre un protocollo diagnostico e terapeutico SISTEMICO ai Disturbi Temporo-Mandibolari che vada OLTRE le classiche e spesso inconcludenti procedure gnatologiche.
In particolare verranno illustrate tecniche chiropratiche di riequilibrio posturale di facile esecuzione che non richiedono interventi manipolativi manuali verso i quali il dentista è piuttosto refrattario

Programma

Rapporti tra Occlusione e DTM: revisione critica della letteratura

Diagnosi Clinica Gnato-Posturale Parte Prima

  • –  Antropometria del viso e Analisi Triplanare
  • –  Palpazione e mobilità articolare
  • –  Analisi Posturale
  • –  Le Categorie Pelviche e la Sacro-Occipital-Technique di B. M. DeJarnette
  • –  Categoria Pelvica 1 e Lesioni Craniali Specifiche associate
  • –  Categoria Pelvica 2 e Disfunzione ATM associata
  • –  Diagnosi e Correzione della Categoria Pelvica
  • –  Challenge Propriocettivo Pelvi-Rachideo
  • –  Tecnica PRYT ( Pitch-Roll-Yaw)
  • –  Tecnica di Sincronizzazione Cloacale
  • –  Activator Method Modificato
  • –  Rilevamento della Cera di Relazione Centrica Funzionale (RCF)

Parte Seconda

Analisi specifica stomatognatica secondo la Kinesiologia Applicata

  • –  Determinazione della Dimensione Occlusale V erticale-Laterale-Sagittale
  • –  Individuazione delle interferenze centriche e deflettenti
  • –  Stress Energetico e Bruxismo
  • –  Analisi Funzionale Dinamica
  • –  La Funzione Masticatoria
  • –  Trattamento Muscoli masticatori e manipolazione A TMDiagnosi StrumentaleEsami radiologici
  • –  Teleradiografia, Cervicali dinamiche, Transorale
  • –  Radiologia Volumetrica Tridimensionale ( SCAN 3D )Elettromiografia e Kinesiografia CranioMandibolare JVA (Joint Vibrational Analysis)
    Pedana PosturoStabilometrica
    Analisi Computerizzata Occlusale ( T-SCAN )Terapia Occlusale

    • –  Bite Dinamico Funzionale
    • –  Riequilibrio occlusale statico e dinamico su placca e protesi
    • –  Placca articolare di riposizionamento
    • –  Placche Planas articolari
      Trattamento riabilitativo protesico, ortodontico, combinato

– Casi Clinici

Il corso si svolge in 3 giornate da giovedi a sabato dalle ore 9 alle 13 e dalle 14 alle 18. Riservato a Medici e Odontoiatri
Crediti ECM richiesti
Sede: Studio Dott. Giuseppe Stefanelli

Via C. Cantù, 22 Rovato (BS)

Telefono e Fax: 030723083.
Per l’ubicazione si veda la mappa sul sito
La sede può variare in funzione del numero di partecipanti
Essendo prevista una parte pratica il corso è a numero limitato di posti. Saranno accettate in ordine cronologico solo le iscrizioni accompagnate da copia del bonifico

Alla fine del Corso base e/o di Craniodonzia, l’allievo sarà in condizioni di effettuare una precisa diagnosi gnato-posturale e impostare un’adeguata terapia.
Per coloro i quali che, avendo frequentato i corsi base, intendessero approfondire ulteriormente l’argomento, sono previsti a richiesta, corsi avanzati monotematici di seguito descritti.

Corsi Avanzati Monotematici

1) Corso pratico riassuntivo

– Revisione completa step by step della cartella clinica
– Valutazione pratica clinico-strumentale di alcuni casi clinici portati dagli allievi 2 giorni interi. Data da stabilire

2) Corso di Terapia Ortodontica Fissa

-Trattamento in dentatura permanente – cosa non fare

– cosa fare
– Trattamento fisso di casi ortodontici e disfunzionali complessi con apparecchiatura multibrackets edgewise e archi multiloop ( Tecnica MEAW di Sadao Sato )
Applicazione brackets
Allineamento e recupero spazi
Costruzione dell’arco MEAW – MOAW – DAW – Mulligan.
Meccanica di trattamento nelle:

– Classe I open e deep-bite
– Classe II open e deep-bite, Divisione I e II
– Classe III open e deep-bite
– Dislocazione e asimmetria mandibolare e Disturbi Temporo-Mandibolari – Caratteristiche morfologiche e casi clinici di tutte le disgnazie trattate

Corso di 3 giorni teorico-pratico. Data da stabilire.

3) Corso sulle Tecniche Manipolative del rachide e della pelvi.

Verranno illustrate ed applicate praticamente dai partecipanti le principali manovre utilizzate nella procedura di rilevamento della RCF e nel trattamento generale del paziente algico-disfunzionale. 2 giorni interi. Data da stabilire

4) Corso di Kinesiologia Applicata Generale

Descrizione e test pratici di tutti i muscoli correlati alle arcate dentali. Le cause di debolezza muscolare e le correlazioni organo-meridiano di agopuntura
2 giorni interi. Data da stabilire